L’intelligenza artificiale? Non porterà a licenziamenti di massa nel settore assicurativo

intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale? Non porterà a licenziamenti di massa nel settore assicurativo.

L’intelligenza artificiale è destinata a trasformare il settore assicurativo, ma non porterà a licenziamenti di massa. A dirlo durante la ANZIIF Insurtech Conference, è stata Catriona Wallace, Ceo e fondatrice della società di machine learning Flamingo Ai. Secondo Wallace, l’intelligenza artificiale aumentarà l’efficienza e stimolerà la crescita dei ricavi, ma non farà perdere posti di lavoro.

Wallace ha rassicurato la platea dopo che alcuni studi hanno rivelato che entro il 2026 il 40% dei posti di lavoro nei servizi finanziari sarà automatizzato dalle macchine mentre in soli due anni le interazioni con i clienti verranno gestite dai robot. “L’intelligenza artificiale non è solo uno strumento di analisi che aiuta i sottoscrittori a prendere decisioni migliori, ma può rispondere a una domanda, vendere una polizza assicurativa e gestire un reclamo” ha spiegato Wallace che ha aggiunto “Ogni qual volta che c’è stata una rivoluzione industriale si è temuto una perdita di posti di lavoro, invece ne sono stati creati di nuovi”. “Le persone – ha concluso la numero uno di Flamingo.Ai – non verranno mandate via ma verranno liberate da lavori ripetitivi per fare altre cose più stimolanti”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento