Investimenti insurtech, le raccolte di Synchrono, Carro, RenewBuy, Naked, Vesttoo, Fuse e Afilio

investimenti insurtech

Investimenti insurtech, le raccolte di Synchrono, Carro, RenewBuy, Naked, Vesstoo, Fuse e Afilio.

Anche ad agosto sono proseguiti gli ingenti investimenti in insurtech seguendo un trend di crescita riscontrato dal recente Quarterly InsurTech Briefing Q2 realizzato da Willis Re. Vediamoli in dettaglio.

Synchrono Group

Synchrono Group, che opera con il marchio SynchronoSure, ha annunciato di aver chiuso un round di serie A-2 da 3,18 milioni di dollari. La società ha precedentemente raccolto 2,8 milioni di dollari nel 2019 e oltre 2,6 milioni nel 2020. L’insurtech offre un’assicurazione contro gli infortuni per i lavoratori delle piccole imprese. “La nostra attività si basa sulla convergenza di tecnologia all’avanguardia, uso algoritmico delle informazioni e professionisti della sottoscrizione di grande esperienza”, ha affermato Hartman in un’intervista con WRAL TechWire. Attraverso la sua tecnologia proprietaria, Synchrono Group afferma di essere in grado di quotare la maggior parte dei rischi in pochi minuti anziché in giorni. Il capitale raccolto verrà utilizzato per assumere nuovo personale per supportare la crescita dell’azienda. Per il 2022 è previsto un round di serie B.

Carro

La compagnia giapponese Mitsui Sumitomo Insurance ha annunciato di aver investito in Trusty Cars Pte, marketplace auto di Singapore meglio noto come Carro. In una nota, la società del colosso assicurativo giapponese MS&AD Insurance Group Holdings ha affermato di voler rafforzare i legami esistenti con Carro e promuovere attività congiunte nel segmento delle polizze auto. La compagnia di assicurazioni non vita con sede a Tokyo ha effettuato l’investimento partecipando a un round di finanziamento di serie C guidato da SoftBank Vision Fund 2. Attraverso il round di finanziamento di giugno, Carro ha raccolto 477 milioni di dollari e ha ottenuto lo status di unicorno. Fondata nel 2015, Carro si concentra sulle operazioni di vendita online di auto usate, partecipando al contempo ad attività post-vendita come riparazioni e servizi stradali, nonché a servizi finanziari tra cui prestiti e assicurazioni. E proprio nell’offerta di soluzioni assicurative auto si inserisce la partnership commerciale tra Mitsui Sumitomo Insurance e Carro.

RenewBuy

Dopo i 45 milioni raccolti a giugno, l’insurtech RenewBuy ha dichiarato di aver raccolto ulteriori 10 milioni nel suo round di serie C da Evolvence Capital. RenewBuy, attraverso la sua controllata D2C Insurance Broking Private Limited, consente ai clienti al dettaglio di acquistare prodotti assicurativi auto, salute e vita con un’esperienza digitale end-to-end. La società utilizzerà i soldi raccolti per investimenti nella sua piattaforma tecnologica per fornire una maggiore esperienza digitale ai consumatori attraverso i suoi consulenti assicurativi POSP (point of a salesperson). Oltre a potenziare la tecnologia, la startup prevede di espandersi in più paesi oltre l’India.

Naked

Naked, startup con sede in Sudafrica che aiuta gli utenti ad assicurare digitalmente veicoli, oggetti e case, ha raccolto 11 milioni di dollari in un round di finanziamento di serie A guidato da Naspers, attraverso Naspers Foundry. Al round hanno partecipato anche gli investitori esistenti Yellowwoods e Hollard. Fondata nel 2018 da Alex Thomson, Sumarie Greybe ed Ernest North, la startup utilizza l’intelligenza artificiale per creare nuovi processi ed esperienze assicurative per i propri clienti.

Vesttoo

La startup insurtech israeliana Vesttoo ha annunciato di aver completato un round di finanziamento da 6 milioni di dollari guidato dal fondo di venture capital Hanaco, appena quattro mesi dopo aver raccolto 2 milioni di dollari. Vesstoo è una società israeliana che sviluppa tecnologia nell’area della gestione del rischio, consentendo alle compagnie di assicurazione e ai riassicuratori di trasferire i propri rischi assicurativi al mercato dei capitali tramite vari strumenti di investimento.

Fuse

L’insurtech indonesiana Fuse ha completato un round di finanziamento di serie B guidato da GGV Capital. Le cifre dell’operazione non sono state rese note ma fonti vicine alla società hanno affermato che Blue Pool Capital, il family office del miliardario cinese Jack Ma, ha partecipato all’investimento. Lanciato nel 2017 da due veterani del settore assicurativo Andy Yeung e Ivan Sunandar, Fuse distribuisce prodotti soluzioni di welfare aziendale e polizze embedded per le piattaforme di e-commerce. La società ha affermato che utilizzerà i fondi raccolti per sviluppare ulteriormente i suoi prodotti e per espandersi in altri mercati del sud-est asiatico. Fuse ha attualmente più di 50.000 agenti partner e lavora con più di 30 compagnie assicurative mentre i prodotti assicurativi presenti nella sua piattaforma sono oltre 300.

Afilio

Afilio, insurtech con sede a Berlino, ha ottenuto 13 milioni di dollari in finanziamenti di serie A per supportare l’espansione della sua piattaforma “Peace of Mind-as-a-Service” che offre agli utenti servizi di gestione immobiliare digitale. Il round è stato guidato da CommerzVentures, investitore specializzato in fintech, a cui si è unito anche Speedinvest, oltre agli investitori esistenti Cherry Ventures e Cavalry Ventures. Fondata dagli amici universitari Till Oltmanns, Philip Harms e Richard Musiol, Afilio offre ai propri clienti una piattaforma digitale completa e di facile utilizzo per la selezione delle assicurazioni, la gestione delle polizze e l’archiviazione della documentazione relativa ai beni personali. Il nuovo finanziamento sarà utilizzato per espandere la piattaforma e sviluppare l’offerta di Afilio. Dopo il successo nel mercato tedesco, i fondi verranno utilizzati anche per l’espansione nei mercati internazionali, insieme a una campagna di recruiting.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento