Italian Insurtech Awards: i vincitori

vittoria hub, premio della critica

Italian Insurtech Awards: i vincitori.

Si è tenuta ieri la prima edizione dell’Italian Insurtech Summit, organizzato dall’Italian Insurtech Association. Si è trattata di una vera e propria maratona digitale inziata alle 8.45 e finita a notte fonda a cui hanno partecipato oltre 100 speaker. Un flusso continuo di interventi che ha analizzato lo stato dell’ecosistema insurtech italiano, evidenziandone i limiti ma anche le possibilità di crescita.

A fare gli onori di casa Simone Ranucci Brandimarte, presidente di Yolo, socio fondatore e Presidente dell’IIA: “La grande partecipazione al primo summit dimostra che i tempi per accelerare l’innovazione tecnologica nel settore assicurativo sono maturi. Il cambiamento dei comportamenti di consumo e investimento sta generando una nuova domanda di protezione assicurativa alla quale si può rispondere solo con nuovi modelli d’offerta e distribuzione. C’è molto da fare, con urgenza, su tutti i fronti per dare una risposta efficace alla nuova domanda. L’IIA è nata per dare impulso alla digitalizzazione dell’industria e si propone come associazione aperta a tutti gli attori della filiera anche per rappresentarli nel confronto con le istituzioni. Anche la natura del Summit è stato innovativo ed ha messo in rilievo una filiera che sta cambiando non solo in Italia ma nel mondo”.

La fase conclusiva della giornata è stata invece dedicata alla premiazione dei 16 migliori progetti insurtech del 2020 (Italian Insurtech Awards). Tra questi Toyota Insurance Services, miglior prodotto digital per il mercato retail; Lokky, miglior prodotto digital per il mercato corporate, Ticinum Aerospaces & Generali, miglior collaborazione tra compagnie e start-up; Wide Group, broker più innovativo; Wakam, compagnia più innovativa; Quixa, miglior innovazione nella gestione dei sinistri; Healthy Virtuoso, premio innovazione 2020; Net Insurance, progetto Open Insurance di successo; Yolo, miglior progetto di internazionalizzazione; Mga Coverholder e Neosurance, servizi web più efficaci; Quixa, progetto blockchain di successo; Doyle, progetto intelligenza artificiale di successo; Dacadoo, migliore iniziativa pro ecosistema insurtech dell’anno; Yolo e Neosurance, start-up insurtech dell’anno (menzione d’onore ad entrambi); SMEs Tech underwriting, vertical workshop primo semestre 2020.

Vittoria Hub ha ricevuto invece il Premio della Critica di Insurzine, official media partner dell’evento. A consegnare il premio a Gianfranco Baldinotti, Ceo di Vittoria Hub, è stato Carlo Francesco Dettori, editore di Insurzine e Ceo e co-founder di Insurance Arena, b2b2 insurance marketplace: “Questo premio è dedicato all’incubatore che è entrato più di recente nel mercato italiano e che si è da subito caratterizzato con un approccio innovativo, a partire da una genuina e convinta vocazione all’open innovation da coltivare in un luogo fisico in cui la contaminazione di idee e risorse porti a risultati eccellenti e rapidamente misurabili sui quali investire”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento