Ivass, Franco: “In corso progetti sperimentali per l’offerta di polizze digitali mediante blockchain e smart contracts”

insurtech, franco ivass

Ivass, Franco: “In corso progetti sperimentali per l’offerta di polizze digitali mediante blockchain e smart contracts”

Durante la relazione sull’attività dell’istituto nel 2019, il presidente dell’Ivass, Daniele Franco, ha dedicato una parte delle sue considerazioni finali all’insurtech e alle tecnologie che stanno trasformando il settore assicurativo. Franco ha sottolineato l’interesse che Ivass ha nei confronti degli operatori digitali. A loro è in parte dedicato l’Innovation Hub che recentemente Ivass ha ulteriormente rafforzato. “L’Hub – ha ricordato Franco – è un punto di contatto per i soggetti interessati a discutere le tematiche legate all’innovazione tecnologica nel settore assicurativo e ai risvolti regolamentari, di vigilanza prudenziale e di condotta di mercato. Progetti sperimentali sono in corso con l’industria, l’accademia e la pubblica amministrazione per l’offerta di polizze totalmente digitali mediante blockchain e smart contracts”.

L’istituto di vigilanza ha sostenuto inoltre un importante impegno economico e organizzativo per innovare le dotazioni informatiche e le infrastrutture tecnologiche dell’Archivio Integrato Antifrode e della Banca Dati Sinistri, servizi che, ricorda Franco, “l’Ivass mette a disposizione del mercato, anche grazie al contributo finanziario del Ministero dello Sviluppo Economico”.

Ivass, ha aggiunto il presidente, sta anche lavorando con Banca d’Italia, Consob e Ministero dell’Economia e delle Finanze per la definizione del regolamento di una sandbox nazionale per la sperimentazione di modalità innovative di offerta di servizi e prodotti finanziari, bancari e assicurativi. Ivass, insieme all’Agenzia per l’Italia Digitale, sta inoltre promuovendo la diffusione degli strumenti di identità digitale (SPID) e di firma elettronica a vantaggio dei processi di identificazione a distanza.

“La tecnologia può consentire, anche nel settore assicurativo, un accesso più veloce e immediato ai prodotti e ai servizi da parte della clientela è prevedibile che essa si affermi sempre più nelle modalità di acquisto e di relazione con gli utenti – ha affermato Franco – Anche il balzo digitale a cui ci ha costretto la pandemia rafforza la tendenza in atto. Una vasta platea esce dalla crisi sicuramente più propensa a utilizzare le tecniche digitali: di questo si dovrà tener conto per l’innovazione dei modelli di business”.

Infine, Franco ha rivelato che nel prossimo piano strategico l’Ivass darà spazio a iniziative volte a incentivare il ricorso all’intelligenza artificiale per le verifiche riguardanti il rispetto della normativa da parte degli operatori (RegTech) e per lo svolgimento dei controlli e delle analisi di vigilanza dell’Istituto (SupTech). “Puntiamo a razionalizzare e semplificare gli adempimenti, aumentando l’efficacia dei controlli e riducendo le incombenze burocratiche” ha concluso Franco.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento