La posizione di Insurance Europe sulla normativa europea DORA

tecnologia digitale

La posizione di Insurance Europe sulla normativa europea DORA.

Insurance Europe ha pubblicato oggi la sua posizione sulla proposta normativa della Commissione Europea per un Digital Operational Resilience Act (DORA).

Il testo in esame è stato pubblicato dalla Commissione Europea il 24 settembre, come parte del “pacchetto” di norme in materia di Finanza Digitale (Digital Finance Package) e affronta il delicato tema della cyber-resilienza del settore finanziario.

In una nota, l’associazione che riunisce gli assicuratori europei dichiara che “pur apprezzando per rafforzare la resilienza informatica del settore finanziario e per portare le regole informatiche in un quadro unificato, è importante evitare un approccio unico per tutti. Nella sua forma attuale, la proposta DORA è troppo prescrittiva, soprattutto in termini di requisiti relativi alla gestione del rischio ICT. Al contrario, gli assicuratori richiedono una serie di regole che possono essere adattate ai profili di rischio individuali, poiché diversi tipi di entità sono esposti a diversi tipi di rischi e quindi richiedono diversi tipi di protezione. Inoltre – continua Insurance Europe – le diverse entità del settore finanziario hanno il loro impatto unico sulla resilienza operativa, sui risultati e sulla stabilità del sistema finanziario dell’UE e anche questo deve essere tenuto in considerazione”.

Nell’area del rischio ITC di terzi, Insurance Europe sostiene “fortemente il quadro di monitoraggio proposto per i fornitori di servizi ITC critici” e chiede che il quadro “sia accompagnato da un corrispondente sgravio normativo per gli utenti di questi servizi”.

Infine, conclude l’associazione, “il periodo di attuazione di 12 mesi previsto non è abbastanza lungo e dovrebbe essere esteso a 36 mesi”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento