La soluzione satellitare per proteggere gli agricoltori brasiliani dai rischi climatici

Secured Pasture - Index, rischi climatici

La soluzione satellitare per proteggere gli agricoltori brasiliani dai rischi climatici.

In Brasile, Scor, Irb, Essor e AgroBrasil hanno collaborato con Airbus Defence and Space, divisione di Airbus Group che si occupa di tecnologia spaziale e militare, nel lancio di “Secured Pasture – Index“, un nuovo prodotto di assicurazione del pascolo basato su satellite. La soluzione è rivolta a tutti gli allevatori brasiliani e fornisce loro protezione contro le perdite di produzione causate da eventi climatici.

Nel 2020 il Brasile è stato colpito da una grave siccità che ha devastato vaste aree di terreni agricoli, compresi i pascoli utilizzati per nutrire il bestiame. Le conseguenze sono state gravi per l’industria agricola brasiliana e hanno portato alla luce un problema finora poco noto: la mancanza per gli allevatori del paese di soluzioni assicurative che coprano le perdite di produzione dovute a pascoli danneggiati.

Secured Pasture – Index è stato creato grazie all’esperienza combinata di SCOR, IRB, ESSOR e AgroBrasil e si basa sull’Airbus Grassland Production Index (GPI). Lo strumento combina la tecnologia di telerilevamento con i dati meteorologici per monitorare regolarmente le aree di produzione, fornendo così una stima affidabile e oggettiva delle perdite di produzione causate da eventi climatici come la siccità. Sulla base di queste informazioni, AgroBrasil può offrire una compensazione adeguata agli agricoltori che hanno subito una perdita di produzione. In questo modo gli agricoltori possono acquistare il foraggio per nutrire il loro bestiame. La copertura consente inoltre agli agricoltori di aumentare la produzione per ettaro senza utilizzare alcun terreno aggiuntivo per il pascolo.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento