Perdite d’acqua, la soluzione di Shayp per far risparmiare le assicurazioni

perdite d'acqua, shayp

Perdite d’acqua, la soluzione di Shayp per far risparmiare le assicurazioni.

L’Italia ha un primato di cui farebbe volentieri a meno. In Europa è uno dei Paesi che spreca più acqua. Secondo il Sole 24 Ore, nel nostro Paese “ogni anno vengono prelevati 9,5 miliardi di metri cubi di acqua, vale a dire 428 litri al giorno per abitante ma se ne usano solamente 220 perché il resto, cioè il 47,9% viene disperso tra i buchi della rete acquedottistica”. Il Centro studi di Mediobanca ha stimato in 1,5 miliardi di euro il danno economico delle perdite d’acqua. Il tasso di perdita in Italia è del 38,7% negli altri Paesi è più basso ma comunque consistente:  il 7,2% in Germania, il 18,9% in Spagna, il 21,3% in Francia e il 23,4% in Inghilterra e Galles. Il danno non è solo economico ma anche ambientale.

Per ovviare a questa problematica sono scese in campo diverse società che propongono modelli e software di rilevamento perdite. Tra queste si è ritagliata uno spazio importante Shayp. Fondata nell’ottobre del 2017, la società con sede a Bruxelles, ha sviluppato una tecnologia che rileva le perdite d’acqua in un’abitazione semplicemente leggendo il quadrante del contatore dell’acqua, senza il bisogno di utilizzare wifi o alimentatori. L’idea è venuta al cofondatore e Ceo di Shayp Alex McCormack nel 2015 dopo un sopralluogo in una scuola materna dove alcuni  bambini si erano ammalati.

Racconta McCormack: “Avevamo riscontrato che i sintomi erano comparsi a causa di alcuni tubi d’acqua che erano scoppiati sotto l’edificio e che non erano stati rilevati per diversi anni”. Da qui Shayp ha condotto un’indagine a tutto campo in cui ha rilevato che i proprietari di immobili di costruzioni più vecchie spendevano in media il 40% in più per la bolletta dell’acqua. “Grazie al nostro software – spiega McCormack  – i nostri clienti riesco a riparare l’85% delle perdite rilevate”.

I principali acquirenti di Shayp sono comuni, proprietari di immobili, supermercati, ospedali e anche assicurazioni. “Aiutiamo le compagnie a mitigare le richieste di risarcimenti dei danni causati dall’acqua e ad aumentare la differenziazione del servizio integrando la tecnologia di controllo dell’acqua a basso costo nelle politiche di P&C. Le compagnie assicurative possono risparmiare l’equivalente dell’8% – 9% di un premio assicurativo (commerciale o al dettaglio), abbastanza per coprire i costi della tecnologia Shayp e offrire piccole riparazioni gratuitamente”. Ad oggi, Shayp è principalmente attiva nell’Europa centrale ma prevede di sbarcare oltre oceano a metà 2020. In Italia la società sta invece conducendo alcuni test e non esclude l’avvio di collaborazioni nel corso dell’anno. Intanto può già sventolare qualche biglietto da visita: la municipalità di Bruxelles ha risparmiato 250 mila euro dopo aver adottato la soluzione di Shayp.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek

Lascia un commento