Risk management, De Felice (Anra): “Ecco quali sono i rischi emergenti”

anra, de felice, Risk management

Risk management, De Felice (Anra): “Ecco quali sono i rischi emergenti”.

Cambiamento climatico, cybersecurity e reputazione digitale. Sono questi i rischi che interesseranno le aziende e il settore assicurativo nei prossimi anni. Ne è convinto Alessandro De Felice, presidente di Anra, associazione nazionale dei risk manager e responsabili assicurazioni aziendali. “Più che rischi – spiega ad Insurzine De Felice – le chiamerei tematiche emergenti che sempre più stanno assumendo importanza all’interno della nostra società. La cybersecurity si conferma nelle varie indagini e analisi che vengono fatte a vario livello fra i risk manager come uno dei rischi principali. Inoltre per tutte quelle società che offrono prodotti o che hanno un marchio importante da difendere, si sta affermando la problematica della reputazione digitale: ovvero il rischio sempre più elevato della circolazione sui social e online di fake news o di notizie vero simili, che possono impattare in maniera molto rilevante sulla reputazione di un’azienda compromettendone anche le proprie capacità di persecuzione del proprio business. Infine sta emergendo una coscienza ambientale all’interno delle società. Molte aziende hanno inserito la sostenibilità all’interno dei propri modelli di business”.

anra, de felice

Sul tema cybersecurity, De Felice ribadisce quanto detto più volte in passato: “La cyber security non può essere considerata come rischio a sé stante o come materia unicamente di competenza dell’IT, ma deve essere affrontata in un’ottica olistica di Risk Management che nasce con lo sviluppo di una cultura aziendale del rischi. La copertura cyber – continua – è una componente che dovrebbe arrivare per ultima e a valle di azioni e politiche che devono essere messe in piedi in maniera interdisciplinare. In questo modo da un lato avremo i tecnici della cyber security e dall’altra coloro che riescono a leggere eventi e scenari d’impatto per misurarne l’effetto sulle metriche aziendali. Dopo che tutti i piani di analisi, mitigazione e disaster recovery plan sono stati studiati e messi a punto, si può anche valutare di trasferire nel mercato assicurativo il rischio residuale”.

Sulla trasformazione digitale in atto nel settore assicurativo, il giudizio è netto: “Mi pare che l’epoca di annunci o novità iniziata più o meno due anni fa, sia finita. Se rimaniamo all’oggi, quello che vedo è che manca all’interno del settore assicurativo un’uniformità e una standardizzazione dei processi. Ritengo che per avviare una rivoluzione digitale o quanto meno un’innovazione digitale nel mondo insurance, sia necessario fare uno scatto in questo senso. Si tratta di un cambiamento culturale importante ma le assicurazioni hanno le risorse finanziarie e umane per farlo”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek

Lascia un commento