Sorpresa, gli europei preferiscono le compagnie assicurative tradizionali alle insurtech

compagnie assicurative

Sorpresa, gli europei preferiscono le compagnie assicurative tradizionali alle insurtech.

I consumatori europei preferiscono affidarsi ad una compagnia assicurativa tradizionale rispetto ad una società insurtech. A sostenerlo è un sondaggio condotto su 5.000 clienti nel Regno Unito, in Spagna, Francia, Germania e Italia, dalla società di consulenza gestionale globale Oliver Wyman secondo cui il 61% dei clienti intervistati preferisce rapportarsi con un assicuratore tradizionale (61%) che offre proposte e prezzi simili a quelli dei rivali insurtech.

Compagnie assicurative, operazione recupero clienti

Quel che sottintende il sondaggio è che gli assicuratori tradizionali hanno buone possibilità di riconquistare quei clienti che sono finiti tra le braccia delle insurtech. Va però sottolineato che la fiducia negli assicuratori tradizionali varia da paese a paese. In Germania e Regno Unito l’indice di fiducia nei player tradizionali è piuttosto alto, rispettivamente al 71 e al 69%. Quote più basse le registrano Francia (58%) e Spagna (56%). L’Italia è invece il fanalino di coda con gli assicuratori tradizionali che godono della fiducia del 48% degli intervistati. Un dato su cui i player italiani dovranno sicuramente riflettere.

Anche perché il futuro delle assicurazioni sarà, secondo Oliver Wyman, sempre più competitivo: “Flessibilità, prezzo e rapidità nell’ottenere una copertura assicurativa sono i motivi principali per cui i clienti prendono in considerazione nuove proposte di assicurazione digitale e il nostro sondaggio mostra che molti clienti rimangono sottoassicurati”, ha affermato Fady Khayatt, partner assicurativo di Oliver Wyman. “Tuttavia, le proposte insurtech fino ad oggi rimangono relativamente di nicchia e gli assicuratori tradizionali sono ben posizionati per fornire nuovi servizi per trattenere e catturare i clienti interessati a nuove proposte.”

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento