La startup americana che aiuta chi non ha un’assicurazione per problemi economici

assicurazioni, problemi economici

La startup americana che aiuta chi non ha un’assicurazione per problemi economici.

Il 12,3% degli americani vive al di sotto del livello di povertà, il 13% degli automobilisti statunitensi non ha un’assicurazione auto. Sono questi i numeri che hanno portato Branch, startup assicurativa con sede a Columbus in Ohio, a lanciare un nuovo programma chiamato SafetyNest che fornisce aiuto alle persone con problemi finanziari che non hanno le risorse economiche per procurarsi una qualsiasi copertura assicurativa. L’obiettivo, spiega la società in una nota, è riportare l’assicurazione alle sue origini, ovvero uno strumento per favorire il bene comune.

“Chi vive al di sotto del livello di povertà deve prendere soluzioni difficili come cancellare l’assicurazione auto e sperare che non succeda niente di male. Questo non è solo un pericolo per chi non è assicurato ma lo è per tutti noi che condividiamo il costo di chi non è protetto” afferma Steve Lekas , cofounder e ceo di Branch.

La startup ha fatto sapere che accetterà le richieste di copertura che arriveranno da Ohio, Arizona, Illinois, Missouri e Texas. L’intenzione è di espandere la propria offerta sui restanti stati americani. I candidati dovranno compilare un breve modulo online che descriva in dettaglio i motivi della propria precarietà finanziaria e la quantità di copertura di cui hanno bisogno. Il team di SafetyNest effettuerà quindi una valutazione approfondita e collaborerà con i richiedenti per comprendere il danno al fine di determinare l’importo dell’aiuto da concedere. Branch ha stimato in 200.000 dollari la cifra destinata nei prossimi 12 mesi ai bisognosi. Cifra che la startup spera di aumentare nel tempo.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento