Startupbootcamp InsurTech London: l’esperienza vincente di Coverholder

Startupbootcamp InsurTech London

Startupbootcamp InsurTech London: l’esperienza vincente di Coverholder.

“Startupbootcamp InsurTech London è uno dei principali accelerator hub a livello internazionale, ed essere stati selezionati come Insurtech top 20 finalist tra più di 1.000 applications è sicuramente un motivo di orgoglio”. A dirlo in un colloquio con Insurzine, è Mike Galasso, CTO e cofounder di Coverholder Ltd, tech underwriting agency proprietaria di coverholder.it, una SaaS platform che ha l’obiettivo di semplificare e rendere autonomo l’intero processo di assunzione del rischio, dalla preventivazione veloce fino all’emissione del certificato, massimizzando la user experience dell’intermediario assicurativo.

Il progetto messo in campo da Coverholder ha fatto breccia tra i giurati dello Startubootcamp. “I selections days si sono tenuti al Techspace di Londra, a pochi passi dal mercato globale assicurativo, dove abbiamo avuto l’opportunità non solo di condividere la nostra proposition, ma anche di essere affiancati da mentors ed esperti del settore che ci hanno aiutato nel finetuning della vision” racconta Galasso.

Startupbootcamp InsurTech London, gli argomenti affrontati

Alla competizione hanno partecipato centinaia di startupper e aziende che hanno elaborato idee innovative in ambito insurtech. “E’ stato straordinario interagire con gli altri team, idee e persone provenienti da 12 diversi paesi e molti di loro utilizzano tecnologia emergente. E’ stato altresì interessante constatare che tra le diverse aree di applicazione c’è stata una particolare concentrazione in segmenti dove il gap di efficienza da colmare è ancora enorme, quali MedTech/Digital Health, Droni e AI”.

Durante i vari step dello Startupbootcamp non si è però parlato solo di tecnologia. Spiega ancora Galasso. “Un altro tema importante affrontato con molte controversie all’instech di inizio mese, è stato il dibattito attorno alla disintermediazione dei prodotti commodity e il nuovo ruolo degli intermediari durante e dopo il processo di conversione dell’ondata”.

Ora lo Startupbootcamp entrerà nella parte calda, che durerà tre mesi ed è destinata solo ai top 11 per il Demo day previsto il prossimo Aprile 2018 sempre a Londra. Coverholder non sarà della partita ma Galasso guarda il bicchiere mezzo pieno. “Per noi resta un motivo di orgoglio essere arrivati al traguardo dei top 20, traguardo che ci ha permesso di condividere la nostra proposition con una delle principali platee internazionali del segmento insurtech. Rientriamo carichi di elogi e critiche costruttive ma sicuri che la strada intrapresa è certamente quella giusta”.

Nella foto di copertina le 11 startup che sono accedute alla fase finale dello Startupbootcamp InsurTech London

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

Laureato alla Cattolica di Milano in Linguaggi dei Media. Dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano nel 2012 approda a Termometro Politico e l’anno successivo a Smartweek. Nel mentre contribuisce alla realizzazione del magazine insurtech InsurZine. Dal 2016 è lavora presso l’ufficio stampa del Gruppo Galgano

Lascia un commento