Tagliabracci (NetLevel): “Ecco come aiutiamo gli intermediari a velocizzare il processo di sottoscrizione”

netlevel, tagliabracci

Tagliabracci (NetLevel): “Ecco come aiutiamo gli intermediari a velocizzare il processo di sottoscrizione”.

“Si parla tanto di Insurtech che sicuramente porterà un valore aggiunto al settore assicurativo e che modificherà le abitudini e gli schemi, ma si tralasciano cose che sono molto importanti ed immediate e che riguardano la vita quotidiana degli intermediari come ad esempio la contrattualistica. Per stipulare una polizza oggi occorre apporre innumerevoli firme su modulistiche cartacee al fine di rendere efficace il contratto; una burocrazia che determina complessità e lentezza. Snelliamo prima questa fase preliminare e poi automatizziamo i processi”. Matteo Tagliabracci, amministratore unico di NetLevel, chiede di partire dalla base per agevolare gli assicuratori e venire incontro ai clienti.
Lo dice nel proprio interesse ma soprattutto a favore degli intermediari che si vedono piombare addosso nuove tecnologie e nuovi modelli che però sbattono contro un muro normativo che lega il settore assicurativo da sempre.

NetLevel punta, con la sua offerta, ad aiutare gli intermediari proprio a velocizzare il processo di sottoscrizione di un prodotto assicurativo. E lo fa facendosi forte del suo know-how acquisito in 18 anni di esperienza, durante i quali ha sviluppato software per il mercato assicurativo seguendo ogni normativa che ne modificasse l’utilizzo, adeguandosi prontamente ad ogni esigenza di gestione.

Il suo gestionale Axicura, realizzato nel 2008 come software SaaS (in cloud), nasce  dall’evoluzione del precedente software Assurance Management, software pilota sviluppato nei primi anni 2000 come gestionale per broker assicurativi.
“Siamo stati fra i primi in questo mercato a credere nel cloud, ed a sviluppare un prodotto nativo che lavorasse su questa tecnologia, infatti, spiega Tagliabracci, Axicura non è una semplice evoluzione del precedente prodotto, ma è un software riprogettato e riscritto completamente da zero” forti di una esperienza positiva e dei grandi risultati  raggiunti con Assurance Management .

“Pochi anni dopo la nascita di Axicura, abbiamo introdotto nel software servizi di firma elettronica ed archiviazione a norma, ponendoci come precursori nel settore probabilmente in un periodo in cui il mercato assicurativo non era ancora pronto a recepire questo cambiamento” aggiunge Tagliabracci.
Un’intuizione che però permette a NetLevel di essere oggi all’avanguardia nell’utilizzo di queste tecnologie grazie alla lunga esperienza maturata negli anni.

Oggi Axicura integra i principali servizi di firma elettronica (firma grafometrica, firma remota tramite OTP, firme digitali, sistemi sia di Firma elettronica Avanzata che Qualificata) rispettando la normativa vigente.

“Le novità non finiscono qui”, continua Tagliabracci, “Prendendo in esame l’IDD e la sua complessa normativa, in Axicura abbiamo introdotto numerose semplificazioni per aiutare l’intermediario a produrre e mettere a disposizione della propria clientela tutta la documentazione necessaria (privacy, allegato 3, allegato 4, questionari di coerenza, ecc..), con procedure semplici ed intuitive che consentono un risparmio di tempo ed una celerità di comprensione.

Nel costante sviluppo del software dedicato al mondo assicurativo NetLevel annuncia per questo inizio anno la nascita di Engage, applicazione per la preventivazione e la gestione di trattative tra la società di brokeraggio e la sua rete commerciale.
Engage è predisposto per la gestione e preventivazione di qualsiasi prodotto assicurativo configurabile all’interno dell’applicazione. Integra sistemi di firma digitale dei documenti e pagamenti elettronici tramite carta di credito. E qui Tagliabracci guarda già al futuro che ha un nome e cognome: firma digitale.

“In realtà riguardo a questa tecnologia il futuro è già presente perché sistemi di firma digitale legati ai processi di conservazione a norma, in questo mercato sono ormai diventati strumenti indispensabili, di cui ogni intermediato si dovrà prontamente dotare.

I servizi di firma elettronica sono già standardizzati dalla normativa vigente, questo dovrebbe portare ad un accettazione senza riserve da parte di tutte le Compagnie Assicurative nella sottoscrizione dei propri contratti.”

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento