La tecnologia e le Assicurazioni: Tradizione e Futuro

assicurazioni, tradizione futuro

La tecnologia e le Assicurazioni: Tradizione e Futuro.

Quando la redazione di Insurzine mi ha proposto di scrivere una rubrica mensile presso il loro Magazine, ne sono stato molto onorato, ma subito dopo ho pensato su che cosa avrei potuto scrivere e cimentarmi mese dopo mese. Ho subito pensato alla tecnologia che, in un certo senso, rappresenta il futuro e le reti distributive tradizionali che, d’altro canto rappresentano la tradizione nel senso più bello e maturo del termine stesso.

Premetto che credo fortemente nelle reti distributive tradizionali (broker, agenti e subagenti) sempre nell’ottica della professionalità e dell’etica, ma credo fortemente che il mondo sta cambiando e con esso anche, inevitabilmente, il mondo assicurativo nel suo insieme. La tecnologia è fondamentale purchè usata per il bene del settore e non a discapito di esso e degli uomini e donne che vi lavorano ogni giorno.

Oggi, in questo primo numero, vorrei parlare dell’analisi che IVASS ha pubblicato qualche giorno orsono proprio sull’evoluzione del settore danni e vita nel primo semestre 2017.

E’ evidente che le compagnie assicurative si stanno adattando all’evoluzione dello scenario digitale, generando un nuovo modello di relazione con il cliente sempre più ricco di servizi ancillari rispetto ai prodotti base, con l’estensione del ricorso ad app interconnesse. Ciò è portato dall’apertura di nuove potenziali frontiere da parte dell’innovazione tecnologica e, di conseguenza, i driver primari di questa rivoluzione sono l’Internet of Things (IoT), la gestione dei dati e la sharing economy.

Chi la fa sempre più da padrona sono, fra le altre:

– Intelligenza artificiale

– Big data che consentono, anche e non solo, una elevata personalizzazione dell’offerta.

Non va dimenticata la tecnologia “Blockchain” che si configura quale sistema in grado di tracciare su larga scala la scia di spostamenti di dati elettronici lasciata dagli operatori (clienti e assicuratori) e la sharing economy.

Un’altra grande sfida per le Compagnie assicurative sarà quella di governare e di estrarre valore dai dati in maniera creativa e innovativa. La corretta gestione dei dati, infatti, è fondamentale sia per la tariffazione sia per la personalizzazione delle coperture e per molto altro. Io credo che non ci siano limiti alla tecnologia applicata, ci vuole ovviamente buon senso e praticità, ma anche la consapevolezza che le cose stanno cambiando nel mondo e bisogna stare al passo con i competitor mondiali prima che questi ultimi possano in qualche modo entrare in un mercato libero e fare piazza pulita dei propri competitor. Anche di questo bisogna esser consci.

Quindi, la raccolta delle informazioni e la loro gestione con la logica dei big data riveste un ruolo strategico per le imprese, soprattutto per quelle che si avvalgono di dati personali, con la necessità di particolare attenzione ai rischi di violazioni della privacy o di utilizzo a fini discriminatori delle sempre maggiori informazioni disponibili.

(Le autorità di vigilanza Europee stanno valutando il potenziale impatto che queste nuove tecnologie potrebbero avere sui consumatori, in Italia, l’Antitrust, l’Agcom e l’Autorità garante della protezione dei dati personali, hanno avviato, con delibera del 30 maggio 2017, un’indagine conoscitiva congiunta finalizzata all’individuazione di problemi legati all’uso dei big data e alla definizione di un quadro di regole in grado di tutelare i dati.)

Queste sono le nuove frontiere e le tematiche che caratterizzeranno il prossimo futuro, sia dal punto di vista normativo, per tutelare il consumatore, sia per maneggiare sempre più, da parte delle Compagnie e delle proprie reti, tali strumenti, che devono essere assimilati, esser fatti propri e, ovviamente, adattati alle proprie peculiarità. Sinceramente giocherà un ruolo rilevante la decisione, da parte di ogni Compagnia, di quanto spingersi all’uso di queste tecnologie.

 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Mirko Odepemko

Mirko Odepemko

Mirko Odepemko si è laureato in Giurisprudenza (vecchio ordinamento) presso Università di Genova e ha frequentato Master in Comunicazione e Relazioni Pubbliche. Opera nel comparto assicurativo da oltre 12 anni ricoprendo vari ruoli all’interno del mondo agenziale, di brokeraggio e delle direzioni di Compagnie Assicurative con ruoli sempre di maggior rilievo nella gestione delle reti distributive. E’ autore di alcuni testi di riferimento (8 libri e un manuale) per il settore banca e assicurazione e ha fondato 4 anni fa un blog che è diventata una rivista telematica di riferimento per gli intermediari www.ilbroker.it; per questi motivi gode nel settore di ampia notorietà e credibilità
Mirko Odepemko

Ultimi post di Mirko Odepemko (vedi tutti)

Lascia un commento