Tokio Marine sceglie l’intelligenza artificiale di Tractable per analizzare i sinistri auto in tutto il Giappone

ai, sinistri auto, tractable

Tokio Marine sceglie l’intelligenza artificiale di Tractable per analizzare i sinistri auto in tutto il Giappone.

L’assicuratore giapponese Tokio Marine ha scelto la  soluzione basata sull’IA realizzata dall’azienda tecnologica Tractable per valutare i danni occorsi ai veicoli in tutte le sue operazioni assicurative in Giappone, accelerando la velocità di elaborazione delle richieste di indennizzo per gli assicurati.

La soluzione di IA di Tractable utilizza la visione computerizzata per analizzare istantaneamente le fotografie dei danni occorsi ai veicoli. Tokio Marine utilizzerà l’IA per analizzare la congruità di tutte le principali operazioni riparative, comprese le decisioni di riparazione o sostituzione, verniciatura e rifinitura, nonché le ore di manodopera necessarie.

Utilizzando questa soluzione, la compagnia giapponese ridurrà la tempistica di valutazione a distanza dei sinistri da giorni a minuti, snellendo le procedure e aiutando gli assicuratori e le officine a concordare le riparazioni più rapidamente, in modo che i clienti possano tornare a guidare quanto prima.

Dopo aver testato con successo l’IA, Tokio Marine introdurrà la tecnologia di Tractable in uno dei suoi studi peritali dal mese di aprile 2020, estendendola potenzialmente in tutto il paese.

“In Giappone, la valutazione dell’importo da pagare in seguito a un sinistro può richiedere 2-3 settimane di tempo – ha dichiarato Hidenori Kobayashi, vicedirettore generale del gruppo Tokio Marine – Utilizzando l’IA di Tractable prevediamo di ridurre considerevolmente tale tempistica, consolidando la nostra posizione di azienda orgogliosa di questa scelta pionieristica: una nuova tecnologia che trasformerà il sinistro per i nostri clienti.”

“La visione computerizzata sta accelerando la risoluzione dei sinistri – ha commentato Alex Dalyac, co-fondatore e amministratore delegato di Tractable – la tecnologia è a nostra disposizione, la stiamo utilizzando e sta facendo la differenza.”

La tecnologia IA di Tractable

Per sviluppare un’IA che possa fare tutto ciò, Tractable utilizza metodi di deep learning per la visione artificiale. L’IA è stata addestrata utilizzando milioni di fotografie di sinistri automobilistici e decisioni di periti; gli algoritmi apprendono dall’esperienza acquisita analizzando un’ampia varietà di esempi diversi. La tecnologia Tractable è applicabile a livello globale a qualsiasi veicolo. L’IA consente agli assicuratori di valutare i danni occorsi a un veicolo, sulla base delle fotografie fornite dalle officine di riparazione, dai periti o dagli assicurati. Tramite una piattaforma, l’IA di Tractable condivide le metodologie di riparazione consigliate e guida la procedura di sinistro per garantire che venga elaborato e risolto il più rapidamente possibile.

La Loss Adjuster App

In Giappone, Tokio Marine sta utilizzando anche un altro prodotto sviluppato da Tractable, denominato la Loss Adjuster App. Oltre a facilitare le decisioni inerenti alle riparazioni, l’applicativo consente all’assicuratore di impostare i propri controlli di qualità per le officine, garantendo che le riparazioni si attengano a determinati standard per la massima tranquillità dell’assicuratore, dell’officina e dell’assicurato.  Inoltre, l’applicativo velocizza il tempo necessario al perito per concordare con l’officina i lavori necessari per riparare il veicolo e catturare i risultati dell’accordo.

Ad oggi, l’IA di Tractable ha elaborato oltre 1 miliardo di dollari di sinistri per le principali compagnie assicurative mondiali, tra cui Ageas, tra le più grandi del Regno Unito, Covéa, la più grande del mercato francese, e Talanx-Warta, la seconda in Polonia.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento