Una polizza auto come una carta telefonica prepagata: l’offerta di Just Insure

just insure

Una polizza auto come una carta telefonica prepagata: l’offerta di Just Insure.

Just Insure, insurtech californiana che offre coperture auto pay-per-mile, ha raccolto 8 milioni di dollari in un round di finanziamento guidato da CrossCut Ventures, ManchesterStory e Western Technology Investments. Dalla sua fondazione (gennaio 2019) a oggi il finanziamento totale della società ha raggiunto i 15,3 milioni di dollari. Just Insure afferma di utilizzare la telematica “per premiare i conducenti sicuri e ridurre i pregiudizi dell’assicuratore” esaminando la modalità di guida dei clienti, piuttosto che fattori come il codice postale o lo stato civile come fanno la maggior parte degli assicuratori tradizionali. Just Insure addebita ai clienti solo le miglia percorse e le sue tariffe variano in base al comportamento di guida. In questo modo, la società afferma di essere in grado di offrire tariffe più basse ai “conducenti che guidano in sicurezza”, facendo risparmiare ai propri clienti fino al 40% della loro precedente polizza auto. Per ora è disponibile solo in Arizona, anche se l’azienda prevede di espandersi in altri mercati come Texas, Nevada, Pennsylvania, Ohio e Georgia.

Le differenze rispetto a Root e Metromile

Ma che cos’ha di diverso Just Insure rispetto a competitor più quotati e più “anziani” come Root e Metromile? A spiegarlo è il fondatore e Ceo, Robert Smithson: “A differenza di Root noi addebitiamo ai nostri clienti un costo solo per le miglia guidate senza mettere un canone mensile. C’è solo un piccolo addebito giornaliero per coprire il rischio furto. Metromile, invece, addebita ai clienti una tariffa base più una tariffa per miglio. Nessuna delle due tariffe è influenzata dal modo in cui una persona guida”.

I numeri di Just

Just afferma di aver registrato un aumento della domanda quest’anno. Ha emesso oltre 1.000 nuove polizze nel secondo trimestre, in aumento di “dieci volte” rispetto allo stesso periodo del 2020. La startup ha affermato che, nello stesso periodo, le sue entrate sono aumentate del 1.400% rispetto al secondo trimestre del 2020. L’azienda paragona la sua esperienza utente a quella di una carta telefonica prepagata. Solo i clienti possono “caricare” il proprio account per 30 dollari per la copertura minima di sola Rca e 75 dollari per la copertura completa per iniziare a guidare. La polizza assicurativa della compagnia è di 30 giorni. Quindi, mentre i clienti guidano, il loro saldo diminuisce. Ogni 30 giorni, l’azienda cambia il prezzo del premio di ogni cliente in base ai dati raccolti sul loro stile di guida.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento