Zurich sostiene le aziende italiane nella campagna vaccinale contro il Covid-19

zurich, covid-19

Zurich sostiene le aziende italiane nella campagna vaccinale contro il Covid-19.

Zurich Italia scende in campo per sostenere le aziende italiane nella campagna vaccinale contro il Covid-19. Lo fa creando una soluzione assicurativa che offre maggiore serenità ai dipendenti che dovessero avere timore di sottoporsi al vaccino. La soluzione, studiata da Zurich, offre un’indennità in caso di reazioni avverse, che si manifestino entro 30 giorni dalla somministrazione del vaccino e che comportino un ricovero ospedaliero. Al costo contenuto di 5 euro a dipendente, le aziende con più di 50 dipendenti, grazie a Zurich potranno garantire al proprio personale un’indennità di 2.000 euro, in caso di ricovero pari almeno a 3 notti consecutive, e ulteriori 3.000 euro, in caso di ricovero di durata superiore a 5 notti consecutive. In caso di positività al Covid-19 successiva all’inoculazione del vaccino che richieda, entro 90 giorni, un ricovero pari almeno a 3 notti consecutive, la Compagnia corrisponderà un’indennità di 3.000 euro.

“Il Gruppo Zurich, a livello globale, si impegna a mettere le proprie risorse, persone e infrastrutture a disposizione della campagna vaccinale” ha dichiarato Elena Rasa, Chief Underwriting Officer di Zurich Italia. “Con questa iniziativa vogliamo dare il nostro contributo concreto per sensibilizzare sull’importanza del vaccino contro il Covid-19. Abbiamo creato una copertura che le aziende potranno offrire ai propri dipendenti che prevede un sostegno economico in caso di eventuale reazione avversa al vaccino. Ci auguriamo che questa iniziativa possa contribuire al successo della campagna vaccinale nel Paese”.

Zurich donerà parte del ricavato dell’iniziativa alle strutture sanitarie italiane.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento